.Nonostante gli sforzi di molte realtà trentine impegnate nella promozione di una società inclusiva […]

Nonostante gli sforzi di molte realtà trentine impegnate nella promozione di una società inclusiva e nel contrasto a tutte le forme di discriminazione, l’assenza di un sistema di monitoraggio territoriale dei casi di discriminazione, unito al problema dell’under-reporting, impedisce di avere un quadro sufficientemente chiaro dei fenomeni discriminatori in Trentino.

Nell’ambito del progetto INGRiD, Intersecting GRounds of Discrimination in Italy, lo Sportello antidiscriminazioni di Trento e il Centro per Cooperazione Internazionale, in collaborazione con il Forum Trentino Pace e Diritti Umani, hanno avviato un percorso per lo sviluppo di un meccanismo di monitoraggio di natura intersezionale con l’obiettivo di tracciare i fenomeni discriminatori in Trentino e favorirne l’emersione. 

Il 29 settembre si è tenuto il primo incontro a cui hanno partecipato le e i rappresentanti di una dozzina di organizzazioni del territorio. Il percorso continua con un secondo appuntamento, giovedì 27 ottobre dalle ore 18:00 alle ore 20:00 online.

Questo secondo confronto ci consentirà di discutere il percorso per arrivare all’istituzione di un sistema di monitoraggio intersezionale delle discriminazioni in Trentino e di iniziare a ragionare operativamente sulle prime scelte da effettuare per giungere gradualmente a concretizzare gli strumenti utili al nostro obiettivo.

Il Tavolo di lavoro è aperto a tutte le realtà interessate.

L’incontro si terrà su Zoom.

Per motivi organizzativi si prega di confermare la propria partecipazione entro il 25 ottobre scrivendo a info@antidiscriminazioni.trento.it

Published On: 20 Ottobre 2022Categories: Evidenza, Notizie